Chieri, luglio 1797 001

€ 14,50 IVA inclusa

COD: EM-010

Descrizione prodotto

Come da circa due mesi stava accadendo in tutto il Piemonte, nella notte fra il 23 e il 24 luglio 1797 anche a Chieri scoppiò una sommossa popolare. Quali ne furono le cause?
Certamente la difficile congiuntura economica, la scarsità del grano, l’eccessivo prezzo del pane. Ma anche le idee rivoluzionarie e la voglia di “fare come in Francia”, che a Chieri si erano diffuse non meno che altrove. Ma quale di esse ebbe il peso maggiore? E come si svolsero i fatti?
Vi sono già stati autorevoli tentativi di risposta a queste due domande. I documenti inediti la cui scoperta ha dato origine a questo libro, offrono qualche elemento di risposta in più.
Per riassumere, si può dire che non fu soprattutto una rivolta di stampo giacobino, ma i giacobini chiedesi vi ebbero una parte non secondaria. E la reazione, organizzata dalla nobiltà e dalla borghesia locali, fu a difesa di interessi privati più che della Monarchia.

Leave a Reply

*

dettagli

  • ISBN : 9781100008950

Sull'autore

Antonio Mignozzetti

E' nato nel 1949 nella provincia di Perugia. Vive in piemonte dal 1976, a Chieri dal 1982. Dopo aver insegnato religione e lettere in scuole private e pubbliche, ha lavorato per trent'anni in un importante gruppo petrolifero. Appassionato di ricerca storica, ha pubblicato "artisti nel Duomo di Chieri" (2007), edito dall'Associazione Carreum Potentia, e "Chieri. Città dei cento piloni" (2009), insieme alla moglie Teresa De Marchi, ha scritto: "Chieri, luglio 1797. Cronaca di una rivolta" (2010), edito da edizioni MILLE, così come "Il Duomo di Chieri. Note storico-religiose" (2012) e "Chiesa dell'Assunzione della Beata Vergine Maria. Parrocchiale di Riva presso Chieri" (2014). Ha collaborato ai volumi "Chieri e il tessile" (2007), "Dizioniario dei chieresi illustri" (2010), pubblicati dalla Fondazione chierese per il Tessile e per il Museo del Tessile. Collabora con i mensili "Centotorri" e "Il Musichieri".