Aldo Squillari, Madonna di spade – Storie d’amore e guerra nel Trecento

 19,50

Formato cm. 14 x 21

Copertina flessibile

Peso gr. 288

17 disponibili

COD: ISBN 978-88-87780-49-9 Categorie: , Tag: , , , , , , , ,

Descrizione

Madonna di spade, storie d’amore e guerra nella Asti del 300

Una donna irrompe nella narrazione: è la “madonna di spade”, attraverso la quale l’Autore analizza gli eventi cruciali della storia medievale di Asti, in Piemonte.

Nel 1200 questa città era una delle più ricche d’Europa, un libero Comune che sceglieva le sue leggi e decideva se e contro chi muovere guerra. I suoi mercanti, che avevano creato filiali in molti Paesi e inventato la lettera di credito, prestavano denari ai Re d’Europa.

L’odio tra le famiglie più importanti del luogo le portò a chiamare in proprio soccorso Duchi, Papi e Imperatori. Il risultato fu che tutti infine persero la libertà e dovettero assoggettarsi ad un nuovo signore.

Si innesta nelle vicende la figura della protagonista, che domina la scena in mezzo alla violenza dei combattimenti ma anche delle relazioni amorose, narrate con realismo estremo.

 

Storie d’amore e di guerra che spiegano come un libero Comune perse la libertà

L’Autore ricostruisce con fedeltà vicende antiche, ma non ha inteso fare una ricostruzione storica asettica: si schiera secondo il suo modo di pensare e le sue convinzioni, pur senza travisare i fatti o storpiarli. Li osserva con gli occhi dei protagonisti e sogna con loro un mondo migliore.

Tornare agli avvenimenti di tanti secoli fa permette di capire meglio l’Italia di oggi, le sue divisioni, il prevalere di interessi particolari su di un bene superiore. Nella storia come nella vita reale spesso tutti perdono il bene più prezioso, la libertà, solo per non aver saputo rinunciare a qualcosa.

 

“Madonna di spade”: piccolo glossario per affrontare la lettura del romanzo storico

Acaia: il titolo di Principe d’Acaia appartenne per un certo periodo a un ramo della famiglia dei Savoia che governava parte del Piemonte e Torino.

Arco Inglese: il “Long Bow” fu protagonista della guerra dei cen­t’anni tra Inglesi e Francesi grazie alla sua potenza e lunga gittata, i mercenari di quel paese lo portarono anche in Italia.

Bacinetto: tipo di elmo con visiera incernierata a forma di becco.

Ballista: macchina da lancio in grado di lanciare pietre o proiettili di vario genere lontano.

Bastida: costruzione difensiva in legno.

Bertesca: costruzione in legno sugli spalti di un castello, che permet­teva di lasciar cadere massi sugli assedianti.

Guttuari: importante famiglia Astigiana, di parte ghibellina, alleati con i Turco e gli Isnardi, acerrimi nemici dei Solaro.

Mangano: macchina da guerra capace di lanciare grosse pietre.

Martello d’arme: arma da botta molto efficace contro un guerriero corazzato.

Negroponte: l’isola greca di Eubea.

Paleologi: l’ultima dinastia a regnare sull’impero bizantino, un ramo della famiglia acquisì il marchesato del Monferrato.

Siniscalco: titolo di alto funzionario reale o imperiale

Solaro: la più potente famiglia di Asti, di parte guelfa.

Trabucco: macchina da assedio con un lungo braccio a fionda capa­ce di lanciare grossi massi a centinaia di metri.

 

https://www.facebook.com/Edizioni-Mille-90452741524

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Aldo Squillari, Madonna di spade – Storie d’amore e guerra nel Trecento”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *