Spillo e io tifoso della vita

Spillo e io tifoso della vita – F. Bellarosa e A. Altobelli

€ 9,00 IVA inclusa

L’Autore ripercorre la sua età di giocatore di squadre poco più che amatoriali, quando si specchiava in un professionista che raggiunse il titolo di Campione del Mondo di “Spagna 1982”; ma prolunga il racconto – e qui sta molto del suo coraggio espositivo – agli anni seguenti quelli dei successi, quando cioè l’aver appeso le scarpe al chiodo consente i ripensamenti sulla vita, con l’affacciarsi di qualche vecchio rimpianto e di nuovi angosciosi problemi.

Una vita che si vorrebbe spensierata come una domenica allo stadio ma che è esigente come un lunedì di ritorno al lavoro.

COD: ISBN 9788887780673 Categoria: Etichette: , , , ,

Descrizione prodotto

 

Alessandro Altobelli, detto “Spillo” è stato un grande campione del calcio.

Francesco Bellarosa, tifoso dell’Inter, ne ricorda le vicende sportive e umane ancorate strettamente alla sua vita di giovane “di barriera” a Torino.

Una bella ricostruzione delle memorie dei campionati italiani ed europei del tempo fino alla conquista del titolo di “Campioni del mondo” con Bearzot nel 1982.

Esaltarsi per una partita di calcio e non trascurare le normali azioni del quotidiano; scegliere un campione come “idolo” ma circoscrivere questa devozione entro i limiti di un ragionevole gioco di ruolo collettivo quale dovrebbe essere il tifo sportivo: è quanto fa l’autore di questo libro, seguace del “Football Club Internazionale Milano” ed emulo di Alessandro Altobelli detto “Spillo”. La sua è una confessione della partigianeria verso la squadra del cuore e verso le gesta di un giocatore, mai avulsa tuttavia della considerazione dei contesti sociali in cui essa è maturata e delle ricadute psicologiche spalmate lungo la sua crescita.

Per Bellarosa essere tifoso senza cedimenti è stata una scuola preziosa per affrontare più avanti nel tempo il calcio di rigore che un imperscrutabile arbitro gli ha decretato contro. Scriverne lenisce un poco lo smarrimento nel quale il giocatore si è trovato.

Francesco Bellarosa e Alessandro Altobelli nel disegno di Benny Naselli

Franco Bellarosa vive e lavora a Torino, è sposato ed ha un figlio, Antonio, che compare alla conclusione di queste pagine.

Ha esordito in narrativa con una sfida originale: “Le signore con i cagnolini” (2016, Edizioni MILLE), breve romanzo in cui fa evolvere, per la maggiore soddisfazione di un lettore contemporaneo, le vicende raccontate da un grande scrittore dell’Ottocento, Anton Čechov, del quale ammira l’atteggiamento esistenziale oltre che l’espressione letteraria.

Analoga ammirazione, su un piano diverso, dichiara in questo “Spillo e io tifoso della vita”, dove la materia di riferimento parrebbe essere meno “nobile” e invece gli consente ugualmente di condividere uno sguardo carico di umanità.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Spillo e io tifoso della vita – F. Bellarosa e A. Altobelli”