Elena Morea Editore

Una editrice “di carattere”

Dal 2013 elena Morea, titolare dell’omonima casa editrice torinese, ha scelto di affidare la vita del suo marchio moreaa un collega – Antonio R. Labanca – conosciuto negli anni precedenti per il comune interesse alla comunicazione pubblica delle fasce più marginali e sfavorite.

Si erano trovati inaspettatamente insieme a ricevere il premio “Giornalista della solidarietà”, lei come direttrice della rivista “La Precollina” lui come incaricato del “Servizio Diocesano Terzo Mondo di Torino”, nell’anno 2004.

http://www.regione.piemonte.it/cgi-bin/ufstampa/comunicati/dettaglio_agenzia.cgi?id=10148

Avevano avuto modo di collaborare in tempi diversi con una stessa autrice – Irene Gentile Abbattista – su un doppio versante: l’edizione di un libro di testimonianze prima in versione cartacea ordinaria poi a caratteri speciali per gli ipovedenti. Successivamente con uno stesso autore – Benedetto Mocellin – furono lei editrice lui intervistatore a Telesubalpina.

Ma l’occasione per conoscersi più a fondo fu quando nel 2013 gli editori indipendenti si trovarono di fronte alla chiusura della “Piemonte Libri”, la vetrina-libreria voluta dall’Assessorato alla Cultura della Regione. Furono loro, insieme con il libraio-editore Massimo Citi, a volere e a proporre la costituzione di un comitato per cercare fra tutti una risposta per non disperdere la rete di relazioni che intanto si era creata. Furono entrambi nominati portavoce di un gruppo di quella quindicina di “irriducibili” che nell’arco di meno di un anno avrebbero dato vita al Comitato Editori Piemonte, del quale Labanca fu il primo presidente.

Guadagnata la reciproca fiducia sul campo, in qualche modo rimpiangendo di non aver potuto unire le forze in precedenza, Morea e Labanca si trovarono d’accordo a far confluire in Eurotarget il patrimomio di esperienze, conoscenze e competenze della prima, compresa la disponibilità dei libri a catalogo.

 

La Elena Morea Editore

Ecco come si presentava l’attività al dicembre 2013:

accanto alle tradizionali pubblicazioni, Elena Morea propone nella collana Autore Uomo e Autore Donna gli stessi titoli in edizione appositamente elaborata per persone che hanno difficoltà nella lettura di volumi stampati con le usuali caratteristiche.
Ci siamo anche specializzati nel “print on demand” producendo materiale personalizzato, cartaceo e non, per meglio rispondere alle esigenze dell’utenza: vivere situazioni di disagio, che la quotididianità spesso non vede, tradotto in campo editoriale significa non impostare filoni tradizionali, ma valorizzare l’autore e dare voce a chi non ne ha nel fondamentale rispetto delle pari opportunità.
La nostra casa editrice è sempre aperta a nuove proposte e a nuove avventure per offrire qualcosa di diverso a chi ama leggere.
Nel 2004 si è creata una nuova connotazione bibliografica, “Il Rododendro”: sono gli scritti di cui è stata mantenuta fedelmente integra la forma grammaticale e ortografica data dall’autore senza alcun successivo intervento editoriale al fine di conservarne l’originalità stilistica.

 

Oggi

Benché lontana ormai dalla gestione diretta di un’impresa, Elena Morea continua a dare appoggio ad Antonio R. Labanca sotto vari aspetti della produzione: il contatto con gli autori, ai quali continua a offrire il suo amichevole contributo di “editor”; il parere sui testi da avviare alla pubblicazione; i consigli per le scelte grafiche e tipografiche, dall’impaginazione alla individuazione delle copertine.

Dal momento dell’affiancamento a Edizioni MILLE è stata abbandonata anche per il marchio “eme” la possibilità di pubblicare opere su richiesta e a carico degli autori.

Elena Morea Editore

Il catalogo di Elena Morea

In questo periodo stiamo aggiornando il nostro sito. Potete scriverci i vostri suggerimenti a info@edizionimille.eu. Grazie